Dal Wi-FI al Li-Fi: ormai ci siamo…

Dal Wi-FI al Li-Fi: ormai ci siamo…

In un futuro prossimo la connessione internet sarà ancora più semplice del presente… diciamo pure che sarà semplice ed immediato come accendere una lampadina, tutto ciò grazie alla nuova tecnologia LI-FI. Il termine fu coniato da Harald Haas nel 2011, quando in occasione del discorso al TED Global dimostrò, per la prima volta, che un dispositivo led potrebbe trasmettere dati in modo più efficiente e sicuro.

L’idea del professor Haas sembra divenire realtà, grazie ad una collaborazione tra la National Instruments e l’università di Edimburgo. «Siamo in fase di studio, ma la prospettiva che si apre è davvero molto affascinante», queste le dichiarazioni di Chan responsabile della casa statunitense.

La trasmissione dei dati attraverso la luce offre diversi vantaggi:

  1. Risorsa facilmente accessibile e quindi costi contenibili;
  2. Assenza di interferenza radio, renderebbe la tecnologia utilizzabile anche nei luoghi in cui le interferenze ad oggi pongono problemi di sicurezza;
  3. Possibilità di raggiungere luoghi prima impensabili, introducendo nuove tecnologie nei paesi in via di sviluppo.

Lo svantaggio potrebbe essere legato al fatto che il segnale, viaggiando con la luce, resterebbe confinato tra i muri (il che però riduce i problemi di sicurezza causati dalle intercettazioni), ma all’università di Edimburgo si sta studiando proprio la possibilità di farlo “rimbalzare” da una “lampada” ad un’altra per superare questa difficoltà.

Dunque potremo dire addio ai sofisticati impianti per la trasmissione, come ripetitori e antenne: basterà un piccolo processore per trasformare una comune lampadina a led in un router capace di trasferire i contenuti audio/video da un dispositivo all’altro.

Giuseppe Aprea