Guardare al futuro per programmare il presente

Guardare al futuro per programmare il presente

Tecnologia italiana all’avanguardia per telecomunicazioni e automotive

L’ingegneria informatica è il motore della new economy. A rendere semplici processi complessi sono le innovazioni intelligenti ideate da aziende hi-tech iperspecializzate nel settore dell’Information and Communication Technology, che sviluppano soluzioni capaci di superare le sfide anche più ardite. Parliamo di un comparto produttivo, il terziario avanzato, che in Italia negli ultimi anni ha registrato una fortissima evoluzione, grazie all’intuito e alla genialità di imprenditori coraggiosi e di grande apertura mentale, che con il loro lavoro quotidiano hanno reso reale ciò che altri consideravano avveniristico.

Domenico Lanzo è uno di questi. Fondatore nel 2006 della Netcom Engineering è oggi alla guida della Netcom Group Spa, che raggruppa intorno a sé anche altri “gioielli” dell’ingegneria delle telecomunicazioni italiana, come la Media Motive, la Netcom Industry e la Eco Plus, ognuna delle quali è impegnata con successo in un distinto ambito di applicazione: dall’automotive alle telecomunicazioni, dai trasporti ai sistemi avionici e di difesa. Per prodotti e servizi offerti, la Netcom Group si colloca tra le aziende di consulenza specialistica più apprezzate in Europa, grazie a brillanti soluzioni high tech ideate su misura da un team dinamico e flessibile composto da 210 unità operative, prevalentemente ingegneri delle telecomunicazioni e dell’automazione che permettono, ai propri partner, di ridurre tempi e costi di produzione, migliorare i processi di business ed essere maggiormente competitivi. Tra i suoi clienti la società annovera importanti player globali come Vodafone e Huawei, Sky Tv, Alstom, Lamborghini e Fiat-Chrysler, per citarne solo alcuni.

“La profonda conoscenza del ciclo di vita del software, derivata dall’esperienza commerciale e accademica delle persone che collaborano con noi, ci permette di fornire soluzioni sempre altamente performanti e innovative”, afferma Domenico Lanzo. “Il comun denominatore delle diverse società è di essere continuamente impegnate nella ricerca della leadership nel campo delle tecnologie, creando nuove opportunità per i nostri partner”.

La società è stata tra le aziende protagoniste dell’ultima edizione del Mobile World Congress di Barcellona, la più importante fiera al mondo sulla telefonia mobile, dove ha presentato in anteprima l’ultima piattaforma nata in casa Netcom, M3: una soluzione plug and play, che può essere in funzione senza soluzione di continuità per ottenere risultati di alta qualità. “La sfida che lanciamo con M3 aggiunge il direttore tecnico, professor Giovanni Fiengo è di fornire soluzioni semplici per rispondere alla continua evoluzione della qualità e delle prestazioni del software, con risultati brillanti e affidabili”. Si tratta di una piattaforma di automazione dei test, distribuita come prodotto hardware, che automatizza e razionalizza l’intero processo di test tra cui applicazioni e test di interoperabilità. “Amiamo fare poche cose, ma fatte bene. Il mio sogno conclude Domenico Lanzo è di vedere evolvere la Netcom Group in una multinazionale”.

Articolo su Platinum – Marzo 2015